NARM

NARM

Il Modello Relazionale NeuroAffettivo ™ (NARM),  è orientato alle risorse e non regressivo, pone l’accento sull’aiutare i clienti a stabilire una connessione con le parti del loro Sé che sono organizzate, coerenti e funzionali. Aiuta a rendere consapevoli delle parti di sé che sono disorganizzate e disfunzionali e a organizzarle, senza fare degli elementi regressivi e disfunzionali il tema principale della terapia.

I principi di base

Il Modello Relazionale NeuroAffettivo™ si concentra sulle funzioni fondamentali e sull’unità funzionale dello sviluppo biologico e psicologico. Il modello NARM:
• Integra insieme un orientamento basato sul sistema nervoso e uno relazionale.

•  Fornisce interventi clinici aggiornati sullo sviluppo che usano la consapevolezza somatica  e un orientamento alle risorse per ancorare l’autoregolazione al sistema nervoso.

•  Lavora clinicamente sul legame tra le questioni psicologiche e il corpo aiutando ad accedere alle capacità di autoregolazione del corpo e dando sostegno alla ri-regolazione del sistema nervoso.

• Fa un’indagine consapevole in quelle nostre più profonde identificazioni e contro-identificazioni che noi prendiamo come la nostra identità.

Nell’approccio NARM, noi lavoriamo simultaneamente con la fisiologia e con la psicologia degli individui che hanno avuto esperienza di un trauma nello sviluppo, e ci focalizziamo sull’interazione fra questioni di identità e la capacità di connessione e regolazione.

Il NARM usa quattro principi organizzativi primari:

• Sostenere la connessione e l’organizzazione

• Esplorare l’identità

• Lavorare nel momento presente

• Regolare il sistema nervoso

Un cambiamento fondamentale

Mentre gran parte della psicoterapia psicodinamica si è orientata verso l’identificazione della patologia e si è focalizzata sui problemi, NARM terapia  pone l’accento sul lavoro tanto con i punti di forza quanto con i sintomi. Esso si orienta verso le risorse, sia interne sia esterne, in modo da favorire lo sviluppo di una crescente capacità di autoregolazione.
Al cuore di ciò che può sembrare una vasta gamma di sintomi fisici ed emozionali, la maggior parte dei problemi psicologici e molti fra i problemi fisiologici possono essere ricondotti al disturbo di uno o più dei cinque temi che organizzano lo sviluppo correlato agli stili di sopravvivenza.

Il NARM si concentra meno sul perché una persona è,   come è,  e più su come il suo stile di sopravvivenza distorce l’esperienza che sta vivendo nel momento presente. Per il cliente può essere d’aiuto capire come gli schemi sono cominciati, ma ciò è utile solo nella misura in cui questi modelli sono diventati stili di sopravvivenza che influenzano l’esperienza presente.

Lavorare con lo slancio vitale

Il movimento spontaneo di tutti noi va verso la connessione e la salute. Non importa quanto isolati e introversi siamo diventati, né quanto pesante sia il trauma che abbiamo vissuto. Al livello più profondo, esattamente così come una pianta si muove spontaneamente verso la luce del sole, c’è in ciascuno di noi un impulso a muoversi verso la connessione. Questo impulso del nostro organismo è il carburante del Modello Relazionale Neuro-Affettivo™.

 

Copyright 2009-2012 Laurence Heller